L'ABC DEL GUARDAROBA PERFETTO

Non so voi ma, a me tutta questa pioggia milanese, mette tristezza. L’unico modo per dare un senso ad una giornata piovosa è starsene al calduccio sul divano, sotto una copertina, con un bel film visto e rivisto ma che fa sempre bene al cuore, e una tazza di cioccolata calda tra le mani. Ecco, allora sì che posso chiudere un occhio sulla pioggia.

Ma se, per sbaglio, mi capita di alzarmi dal divano e di arrivare in camera da letto, la tristezza è lì ad aspettarmi, perché c'è ancora lui, proprio lì, immobile, che mi fissa e in silenzio mi implora di essere sistemato: il mio guardaroba.
Sì, sono super pigra e non ho ancora fatto il cambio stagione. Non sono l’unica , vero?

Ahimè, credo sia davvero giunto il fatidico momento. Mi armo di tanta tantissima pazienza, oltre che di scatoloni e sacchetti, e soprattutto mi riprometto di seguire le 'regoline magiche' che ho sviluppato in questi ultimi anni, perfezionandole di volta in volta, ad ogni cambio di stagione.

Siete curiose di scoprire quali sono? Continuate a leggere, provate a seguirle e, col tempo, riuscirete a farle anche un po’ vostre.

Courtesy from Pinterest

Courtesy from Pinterest

A) COSA HO GIA’

Fare il punto della situazione, decidere cosa tenere e cosa invece, regalare o buttare.
Non facciamoci prendere da malinconie improvvise e ricordi struggenti legati ad ogni singolo capo, ma cerchiamo razionalmente di fare una selezione ponderata.

1. Diamo priorità ai capi che ci piacciono davvero, al 100%, che sappiamo di utilizzare e che ci stanno davvero bene.

2. Personalità
Non teniamo capi che non ci rispecchiano, che abbiamo comprato solo perché erano di moda ma non abbiamo mai indossato. Regaliamoli o scambiamoli con le amiche, se sono ancora in buone condizioni.

3. Funzionalità
Tutto quello che avete nel guardaroba dovrebbe essere funzionale e rispecchiare il vostro stile di vita (in ogni capo bisognerebbe sempre essere in grado di camminare, correre e ballare!)

4. Versatilità
Scegliete sempre capi versatili, che si possano mixare tra loro senza troppo sforzo. Ogni capo d’abbigliamento nel vostro armadio dovrebbe abbinarsi ad almeno altri 3.
 

Courtesy from Pinterest

Courtesy from Pinterest

Una volta selezionati i capi da tenere, automaticamente ne andremo ad escludere altri.
Per quelli ‘borderline’, sui quali siamo ancora indecise, facciamoci aiutare dal punto B.

B) COSA NON TENERE

1. Le cose di una taglia sbagliata.
Soprattutto se troppo piccola, possono demolire la nostra autostima. Rassegnatevi, non tornerete mai ad avere la taglia di un tempo e nel caso in cui succedesse (le mie più sentite congratulazioni!), tornerete a comprare capi di quella misura. Fino ad allora sono banditi jeans che non ci entrano più, maglioncini striminziti e camicie che non si allacciano, chiaro?

2. Le cose rovinate, bucate o macchiate.
Non c’è nulla di peggio, anche se hanno un valore affettivo. Non le indosseremo mai, nemmeno in casa. Quindi tanto vale buttarle via.

3. Le cose che ad ogni riordino ricompaiono, ma che durante la stagione non riuscite mai ad indossare, perché non si abbinano a niente o perché non vi convincono del tutto. Rassegnatevi e regalatele a chi davvero potrà sfruttarle.
 

Courtesy from Pinterest

Courtesy from Pinterest

E qui arriva il bello, che dopo tutta questa fatica, direi che ci siamo anche meritate.

C) COSA COMPRARE DI NUOVO

Tutto’ non è la risposta esatta purtroppo. Per non ricadere nei precedenti errori, commessi perché ci siamo fatte ‘fregare’ da uno sconto pazzesco, da una commessa molto persuasiva o dalla paura di avere un rimpianto l’indomani, vi consiglio di seguire alla lettera il seguente elenco.  Vi risparmierà tempo durante il prossimo cambio di stagione, perché se sarete state brave, non avrete nulla da buttare o da regalare, ma solo cosa da tenere che hanno superato indenni la stagione.

1. Investire
Tempo e denaro. E’ un continuo sperperare in acquisti d’impulso quando invece basterebbe pensare bene a cosa acquistare, senza pensare che da quel negozio non ci passerai mai più, o che se non acquisti quel maglione scontato al 50% poi te ne pentirai. (Perché se è scontato probabilmente c’è un motivo.)
Non lasciatevi ingannare e sopraffare dal poco tempo a disposizione, prendetevi tutto quello necessario per riuscire a creare un guardaroba perfetto per voi.
Prendetevi del tempo per ragionare sull’acquisto, tutta la notte o magari tutta la settimana. Se sarà ancora tra i vostri desideri, allora probabilmente ne varrà davvero la pena.

2. Qualità non quantità
Concetto chiave per un guardaroba perfetto. Non serve essere straricchi o avere budget illimitati. Scegliete dove spendere i vostri risparmi e puntate solo su capi di qualità, che rispecchiano voi stesse al 100%, non che userete una sola stagione e basta.
Pensate bene a ciò che vi serve e prendete anche solo pochi pezzi, ma scelti bene.

3. Leggete bene le etichette
Scegliete capi dai tessuti pregiati e naturali, su questo non scendete a compromessi. State colmando le lacune del vostro armadio, non rimpinzandolo di qualsiasi cosa purchè sembri pieno. Non scendete a compromessi nemmeno se il capo in questione crea prurito, non è comodo, tira o stringe. Non pensiamoci un secondo in più, quel capo non deve entrare nel nostro guardaroba, anche se sul manichino sta benissimo. Lasciamolo a lui.

4. Personalità
Lasciate che sia lei a guidarvi, non snaturatevi per nessuna moda. Voi siete importanti e il vostro stile vi deve rispecchiare.
Scegliete capi che parlano di voi, che vi valorizzano e che vi fanno sentire a vostro agio con voi stesse e con gli altri. Dovrete essere fiere di mostrare il vostro aspetto al mondo.
Se trovate un ‘fashion trend’ che crediate vi rispecchi, allora andate a scoprirlo, provarlo e rendetelo personale con il vostro stile, ma tutti quelli che non fanno per voi e e non vi entusiasmano, lasciateli perdere.

5. Ricerca
Almeno due volte all’anno, al cambio di stagione insomma, cercate ispirazioni e fate ricerca attraverso tutti i mezzi che conoscete. Andate per negozi, sfogliate riviste, guardate Pinterest  per esempio. Non per copiare lo stile di altre, ma per tenervi aggiornate sui trend di stagione o sulle novità nel campo moda, per far sì che il vostro stile ‘cresca’ con voi.
La vostra personalità è sempre la stessa ma il vostro stile di vita, le vostre esigenze e il vostro lavoro magari cambiano col passare del tempo.


E’ del tutto normale che non riusciate più a mettere il tacco 12 a spillo per andare in ufficio, perché magari avete cambiato lavoro e siete diventate delle pendolari, mentre prima raggiungevate l’ufficio in macchina: questo non vi deve far rassegnare alla sneakers o allo stivale basso per comodità, ma deve spingervi ad essere ‘creative’ e ad evolvervi, rispettando il vostro stile e la vostra personalità.
Scegliete tacchi alti ma più larghi, oppure portatevi le scarpe di ricambio in borsa e una volta arrivate in ufficio, infilate i vostri amati tacchi, senza aver rischiato la vita durante il tragitto. Facile, no?

Courtesy from Pinterest

Courtesy from Pinterest


Buon cambio di stagione a chi deve ancora cominciare, come me.
Forza e coraggio.

Alla prossima,
Jo